Ecco quali sono i cellulari degli anni ’90 che oggi valgono una fortuna

Posted on

Sappiate che alcuni di questi apparecchi anni 90 possono valere una fortuna.

Il vintage è ricercatissimo in rete, ecco i 5 cellulari più desiderati dai collezionisti e l’attuale valore. Ovviamente il target è diverso: a comprare i cellulari vintage sono collezionisti, uomini d’affari e nostalgici degli anni ’90 che li hanno riscoperti. Secondo il sito QuiFinanza alcuni dei modelli vintage, se venduti alle aste internazionali in ottimo stato e funzionanti, potrebbero valere una piccola fortuna. Una serie di oggetti vintage potrebbero portare nelle vostre tasche miglaia di euro. Ma la regina delle aste vintage è la Ninetndo 64: il suo valore è di 2000 mila euro. Dopo la lista di tutti gli iPhone usati, con relativi prezzi, troverete una guida che vi aiuterà a capire cosa controllare prima di acquistare un dispositivo usato. Questa è stata la prima chiamata da un telefono cellulare mai fatta. Non vi è dubbio che nei primi giorni il marketing dei telefoni cellulari era rivolto a imprenditori di successo e ai più ricchi. I consumatori sono stati così impressionati dal concetto di essere sempre accessibili con un telefono portatile che le liste di attesa sono stati a migliaia, nonostante il prezzo iniziale elevato.

Cellulari che valgono una fortuna: uno di questi vale addirittura 3000 euro!

  • Motorola StarTac 70 Rainbow, leggermente goffo e buffo, apertura a conchiglia e colorazione arcobaleno: il suo valore si aggira attorno ai 499€.

Fu anche il primo telefono cellulare GSM a utilizzare un ARM come processore.

Grazie a questo telefono, imessaggi di testo sono diventati tradizione in molti paesi. Ancora oggi, il Nokia 3310 è ancora considerato nella storia dei telefoni cellulari come il telefono cellulare più indistruttibile mai fatto. Il primo telefono cellulare con fotocamera è stato introdotta commercialmente in Giappone con il J-SH04 dalla Sharp Corporation nel novembre 2000. Nei giorni prima che la Samsung ottenesse il predominio mondiale hanno rilasciato, nel 2002, l’SGH-T100, il primo telefono cellulare utilizzando un display a transistor LCD a matrice. Il telefono cellulare ha avuto anche delle suonerie polifoniche. Fu inizialmente commercializzato come un telefono esclusivo alla moda e aveva il profilo più sottile del momento. I primi Iphone sembrano ormai preistoria e ormai sono presenti sul mercato tantissimi modelli di smartphone, per accontentare le esigenze di tutti. Ma ora c’è un’altra novità che vi farà amare ancora di più il vostro vecchio telefono: vale una fortuna. Ecco i modelli di vecchi cellulari più interessanti per i collezionisti: Fonte: https://www.viagginews.com/2016/05/11/cinque-vecchi-cellulari-ora-valgono-fortuna/ Sfogliando la rete ho scovato questo sito che mi ha lasciato favorevolmente impressionato.

Ecco quali sono i cellulari degli anni ’90 che oggi valgono una fortuna

  • Costo: € 1000 (valore odierno)
  • Tempo di conversazione fino a 3,25 ore
  • Impostazioni del profilo
  • 3 Giochi – Logica, Memoria e Snake
  • Calendario, calcolatrice e orologio
  • Cercapersone
  • Convertitore di valuta

A questo punto si inserisce l’IMEI del telefono e si completa la scheda in base alle caratteristiche, accessori  presenti, stato del telefono ecc.

Sto’ infatti svuotando i cassetti alla ricerca dei miei vecchi cellulari per poter fare la mia spedizione recuperando spazio, rispettando l’ambiente e guadagnandoci anche qualcosa. Si comincia a vendere in Italia ma dopo i primi 10 feedback positivi (la comunità si basa sulla fiducia e sulla buona reputazione) si può passare all’estero. I privati possono mettere in vendita i primi 50 oggetti gratuitamente ogni mese, se vengono venduti, al prezzo finale si applica una commissione del 10%. Il glorioso Sony Ericsson T28 oggi sarebbe un telefono di fascia bassissima. Samsung C3510 touch screen: 79 euro Senza pescare nel cestone un telefono da 29 euro scegliamo uno smartphone touch. La questione assume però altri contorni se si comincia a pensare a quanti smartphone usati esistono in circolazione, ognuno dei quali contribuisce, seppure in minima parte, al valore complessivo. Sì, perché alcuni di questi vecchi modelli oggi valgono davvero una fortuna! Se avete ancora uno di questi modelli in casa, da qualche parte, sappiate che potrebbe valere una fortuna! Ecco quali sono i primi 5 cellulari in lista e a quali prezzi potrebbero arrivare (naturalmente ci riferiamo a modelli perfettamente funzionanti e in ottime condizioni).

Cellulari vintage: in ottimo stato valgono una fortuna.

  • Nokia 8800 Gold Arte avendo placcature in oro a 24 carati e ha inserti in pelle vera, il suo valore ammonta intorno ai 1000 €.

Se ne avete uno conservatelo con cura, non è il vostro “muletto” è un pezzo vintage che potrebbe valere attorno a 2mila euro.

Secondo il sito QuiFinanza alcuni dei modelli vintage, se venduti alle aste internazionali in ottimo stato e funzionanti, potrebbe valere una piccola fortuna. Si tratta di vecchi cellulari entrati nelle tasche di quasi ognuno di noi, come il Nokia 3310 e il Nokia 8110 dal valore attuale di 300 €. A comprare i cellulari vintage sono i collezionisti, i giovani attratti dal retrò insieme alle star, e soprattutto i politici in cerca di riservatezza. Alcuni dei modelli vintage, se venduti alle aste internazionali in ottimo stato e funzionanti, possono valere una piccola fortuna. Eppure, su Internet non mancano i siti di recommerce che offrono l’occasione di estrarre valore dai vostri vecchi telefoni, che spesso possono fruttare più di quanto pensiate. I cellulari degli anni ‘90 e dei primi anni 2000 potrebbero valere quanto gli ultimi modelli di smartphone in commercio. Nelle aste online e nei siti specializzati per collezionisti, persone attratte dal vintage sono disposte a spendere centinaia di euro per questi cimeli. Basta fare un salto su ebay o su siti come Vintage Mobile per capire a che cifra possiamo venderli. È stato uno dei primi cellulari dell’azienda finlandese, messo in commercio nel 1998.

I collezionisti fanno a gara per aggiudicarsi questi 4 vecchi telefoni cellulari degli anni 90. Alcuni modelli venduti per 2000 euro

È stato uno dei primi cellulari della serie “arte” creata da Nokia.

Nel frattempo, conosci altri oggetti obsoleti che valgono una fortuna? Naturalmente il valore dei telefoni cellulari vintage è relativo a modelli ancora perfettamente funzionanti e dotati di caricabatterie, altrimenti il prezzo scende vertiginosamente a poche decine di euro. da QuiFinanza 20 giugno 2016 - Una serie di cellulari vintage potrebbero portare nelle vostre tasche centinaia di euro. Controllate anche voi, se non li avete buttati e li ritrovate (in ottimo stato e perfettamente funzionanti, ovviamente) potreste rivenderli e ritrovarvi una piccola fortuna. E’ nato un vero e proprio mercato dei cellulari “vintage”, ovvero quelli messi in commercio durante gli anni novanta. Il sito QuiFinanza afferma che alcuni dei modelli vintage vengono venduti spesso durante le aste internazionali a cifre davvero importanti. Ericcson T10 – Lanciato sul mercato nel 1996, è tra i cellulari vintage più richiesti. NOKIA 8810 – Messo in commercio alla fine degli anni novanta, attualmente ha un valore di circa 300 euro. Avete a casa vecchi cellulari in buono stato?

5 cellulari vintage che valgono una fortuna

Ebbene, questi potrebbero valore una fortuna in quanto ci sono molti collezionisti che sono pronti a sborsare anche qualche migliaio di euro.

Il vintage elettronico piace, e inizia ad essere anche vantaggioso. © Riproduzione riservata Se possiedi ancora dei vecchi cellulari anni 90, sappi che alcuni di questi valgono una fortuna. Oggi ci sono gli smartphone, ma sicuramente molti di noi si ricordano dei vecchi cellulari come il modello Flip o Startac? Alcuni dei vecchi cellulari possono valere una fortuna e farti racimolare moltissimi soldi. I telefoni degli anni 90 possono valere molto ed essere un grande patrimonio per i collezionisti e gli amanti del vintage. Ecco allora cinque cellulari anni 90 che possono valere una fortuna e che sicuramente vorrai avere, anche solo per conservare un buon ricordo di quell’oggetto. Snake è stato considerato uno dei primi giochi virali della storia.